Pane e dentiby Giovanni Lodi

Dental Cadmos

About

Year
2014
DOI
10.1016/s0011-8524(14)70116-3
Subject
Oral Surgery / Orthodontics

Similar

Wind power in the Italian generation system

Authors:
L. Salvaderi, E. Dal Pane
2002

Awareness of pathophysiological concepts of type 2 diabetes—A survey in 847 physicians

Authors:
Franziska P. Busse, Veronica Denti, Michael Stumvoll
2007

Upper Panes Replaced With Double Panes.

Authors:
S. J. Fort
1899

Fine needle aspiration cytology and flow cytometry immunophenotyping of non-Hodgkin lymphoma: can we do better?

Authors:
P. Zeppa, E. Vigliar, I. Cozzolino, G. Troncone, M. Picardi, A. De Renzo, F. Grimaldi, F. Pane, A. Vetrani, Lucio Palombini
2010

Application of the multiuse encapsulator agent F-500 for environmental remediation

Authors:
Luigi Pane, Elisabetta Giacco, Gian Luigi Mariottini
2014

Text

EDITORIALE 1DENTAL CADMOS | 1/2014 |

Mi sembra che medicina e ricerca medica guadagnino con crescente frequenza le prime

SDJLQHGLPDVVPHGLDYHFFKLHQXRYL9XRLDFDXVDGLFDWWLYDWHOHYLVLRQH LOWULVWHD΍DUH

Stamina), vuoi per i metodi messi in campo (gli attacchi animalisti a scienziati e laboratori di ricerca), vuoi per i personaggi coinvolti (il tumore di Michael Douglas e la mastectomia preventiva di Angelina Jolie).

Personalmente non vedo nulla di sbagliato nell’attenzione sempre maggiore che i mezzi di comunicazione dedicano alla salute, diritto tutelato dalla Costituzione (art. 32) e valore fondamentale per tutti i cittadini, nessuno escluso. Qualcuno obietterà che la complessità

GHOOȇDUJRPHQWRSX´UDSSUHVHQWDUHXQRVWDFRORDOODGL΍XVLRQHGLXQȇLQIRUPD]LRQHFRUUHWWD

PDQRQVRQRIRUVHFRPSOHVVHOȇHFRQRPLDHODȴQDQ]DDFXLRJQLJLRUQRTXRWLGLDQLH notiziari generalisti dedicano migliaia di parole?

Il punto, anzi, è che l’alfabetizzazione medica andrebbe considerata un obiettivo importante per il miglioramento dei sistemi sanitari, viatico per scelte più condivise a livello individuale e di sistema (se avete voglia, andatevi a leggere Better Doctors, Better

Patients, Better Decisions degli straordinari Gerd Gigerenzer e Muir Gray).

In questa direzione mi pare che vada l’iniziativa di cui leggo su Odontoiatria 33 (se non arriva regolarmente nella vostra casella di posta elettronica, rimediate immediatamente), organizzata qualche settimana fa dai bravi colleghi dell’Accademia Italiana di Odontoiatria 3URWHVLFDFKHLQXQDFRQIHUHQ]DVWDPSDKDQQRD΍URQWDWRFRQOLQJXDJJLRVHPSOLFHHFRQOD mediazione di un professionista della comunicazione, temi come qualità e costi, realtà low

FRVWQXRYHVWUDWHJLHFRPPHUFLDOLWUDVSDUHQ]DȴGXFLDDWWHQ]LRQHDOSD]LHQWHΖGHDRWWLPD necessaria mi verrebbe da dire, se è vero che molti pazienti fanno ancora confusione tra odontoiatra e odontotecnico, se il cittadino percepisce i trattamenti odontoiatrici come qualcosa più vicino al wellness che alla medicina e se la principale fonte di informazione su questi argomenti è la pubblicità (poco obiettiva per sua stessa natura). (ɝFDFLVVLPRLOPHVVDJJLRȊOȇRGRQWRLDWULDQRQªFDUDPDFRVWRVDȋSHUDYYDORUDUHLOTXDOHL colleghi hanno mostrato quanti operatori, passaggi, materiali e strumenti siano necessari per realizzare una corona in ceramica secondo gli standard di qualità dell’Accademia e come questo incida sul prezzo per il paziente, che risulta compreso tra i 700 e i 2.500 euro. 7XWWREHQH6HQRQFKHXQDPLFRGDOORVJXDUGRSL»ȊHFRQRPLFRȋGHOPLRPLKDIDWWR notare che in un mercato aperto come quello odontoiatrico il prezzo giusto per un bene non è determinato da quanto spende chi produce, ma da quante possibilità di pagare ha chi compra: il rischio, visti i tempi, è che in troppi, senza pane, rimangano anche senza denti (di qualità).

Buona lettura.

Pane e denti

Bread and teeth

GIOVANNI LODI

Ricercatore

Università degli Studi di Milano

UCL Eastman Dental Institute giovanni.lodi@unimi.it © 2014 EDRA LSWR SpA. Tutti i diritti riservati